Biografia

Antonio Benedetti

Chi è Antonio Benedetti

L’autore, veronese, sposato con un figlio, ex docente di lettere in un liceo, dopo aver collaborato con l’emittente televisiva “TeleArena”, nella quale presentava una rubrica settimanale di “Invito alla lettura”, e con la pagina letteraria del quotidiano “L’Arena”, ha pubblicato nel 2006, con l’editore Manni di San Cesario di Lecce, Epifáneia, la prima versione della Venuta del Dio Ignoto, e nel 2016, con l’editore Robin di Torino, un altro romanzo, La nuova sortita del cavaliere errante, con il quale ha vinto il secondo premio della IX edizione del Concorso “Mario Soldati”.

Ha sempre avuto una grande passione per la letteratura greco–latina (quest’ultima l’ha insegnata per venticinque anni) e per la narrativa di alta qualità artistica. Riconoscendo il suo debito con l’istituto frequentato nella sua adolescenza, l’austero Liceo ginnasio statale “Scipione Maffei” di Verona, il primo istituito nel Veneto, di fondazione napoleonica, l’autore aveva sempre coltivato l’intenzione di scrivere un romanzo che rendesse omaggio alla sua formazione classica, ma era stato trattenuto da un eccesso di diffidenza sul suo talento, finché non maturò la decisione di mettersi alla prova in seguito a una circostanza molto grave.

L’autore prova per questo romanzo un affetto particolare, perché ha costituito per lui una sorta di terapia nel periodo più angoscioso della sua vita. Allora, infatti, i medici si ostinavano a cercare un tumore nel suo corpo, e lui era ormai prossimo a sprofondare in una depressione senza spiragli di luce.

Decise allora di concentrarsi in un lavoro che lo distraesse dai suoi funebri pensieri, coinvolgendolo con la sua suspense e suscitandogli il desiderio di scoprire la sua conclusione. In seguito, retrospettivamente, è arrivato persino a provare qualcosa di simile alla gratitudine per l’accanimento diagnostico che gli aveva ispirato la stesura di questo romanzo.

La cultura classica e la frequentazione della grande narrativa gotica gli hanno favorito, senza falsa modestia, la perfetta riuscita di un’opera di cui ogni autore andrebbe superbo. Di Epifáneia La Venuta del Dio Ignoto costituisce un’accurata revisione, che ha migliorato la prima edizione sotto il profilo linguistico e stilistico.

Titolo Libro
Share This